Nureci

Comune in fase attivazione
Provincia di Oristano
Regione storica di Sarcidano

CAP: 09080
Prefisso Telefono: 0783

Azienda n.5, Oristano
Distretto sanitario Ales

Superficie territoriale 12,89 kmq
Altitudine 335 metri s.l.m.

Abitanti al:
1951:701
1961:711
1971:666
1981:586
1991:486
2001:393
2007:367
2010:354


Unione dei Comuni "Alta Marmilla"
Albagiara, Ales, Assolo, Asuni, Baradili, Baressa, Curcuris, Gonnoscodina, Gonnosnò, Mogorella, Morgongiori, Pau, Ruinas, Senis, Simala, Sini, Usellus, Villa S. Antonio, Villa Verde
Scopri i 377 comuni della Sardegna

Il territorio
Il Comune di Nureci sorge in un territorio di transizione fra collina e montagna: il paesaggio tipico della Marmilla, con l’orografia dei complessi collinari dolci, si evolve in conformazioni più accentuatamente montane ai confini della provincia di Nuoro. La vallata del Flumini, che caratterizza il paesaggio del Comune di Nureci, è dominata a sud dai versanti uniformi della Giara di Gesturi e a nord da più irregolari conformazioni montane. Nella stagione invernale, il clima è mite e scarsamente piovoso, mentre nella stagione estiva diventa caldo arido. Il territorio del Comune di Nureci si estende per 12,89 kmq. L’area del centro abitato sorge sul lato occidentale del Monte Majore (m 510), un rilievo a forma conica caratterizzato da calcari del Giurassico e sedimenti del Miocene, fra i quali emergono conformazioni granitiche. In località Genna Manna, a un chilometro dal centro abitato, in direzione sud-ovest, nel Parco Paleontologico di Muru e Gubeddu, emergono strati miocenici di vari periodi compresi fra i 30 e i 15 milioni di anni. Le stratificazioni sono caratterizzate da un’accentuata presenza di fossili marini (gasteropodi e bivalvi). Altri giacimenti di fossili sono presenti in località Genadas, Zinnigas e Genna Manna.

Le origini
L’area del Comune di Nureci risulta abitata sin dal Neolitico: in località Murtas è visibile una struttura circolare di lastre ortostatiche che indica la presenza di un recinto megalitico, simile a quelli di Goni e Arzachena, inoltre è facile rinvenire in tutto il territorio del Comune di Nureci oggetti in ossidiana e marne. Del periodo nuragico si conservano 21 siti, più o meno risalenti allo stesso periodo, che sembrano dimostrare un intenso e relativamente breve periodo di presenza nel territorio. I principali siti nuragici sono il Nuraghe Attori, al confine con il territorio di Genoni, il Nuraghe Giuerri Mannu, confinante col territorio di Assolo e il Nuraghe Santa Barbara, a breve distanza dal centro abitato, lungo la strada per Senis. Il più importante sito archeologico del territorio del Comune di Nureci è la Fortificazione de Sa Corona ’e su Crobu, situata sul Monte Majore a dominare il paese. Si pensa che la costruzione sia di epoca punica, anche se la tecnica megalitica che vi è stata utilizzata, l’accomuna ai recinti fortificati di epoca prenuragica. L'odierno Comune di Nureci nacque verosimilmente in epoca romana, quando, con la conquista del territorio, ci fu la formazione di centri con funzione militare e di organizzazione produttiva. La frequentazione romana è attestata da frammenti ceramici di agevole inquadramento cronologico (vernice nera, sigillata italica), riconosciuti in due siti, Turri Piccinnu e Pranu Ollastu. Nel Medioevo Nureci fece parte del Giudicato di Arborea e della curatoria di Parte Valenza. Alcuni ritrovamenti ottocenteschi, mostrano testimonianze di pregio riferibili al periodo: tombe con corredo in argento presso il Nuraghe Urielli e in località di Santu Lussurgiu, presso i ruderi di una chiesetta campestre intorno alla quale sono evidenti le tracce di un insediamento e di un area sepolcrale. Nella prima metà dell’Ottocento il centro abitato faceva parte della provincia di Isili, mandamento di Senes, prefettura di Oristano. All’ultimo censimento la popolazione risultava di 354 abitanti.

ListaEventi300

Nessun evento




Cosa Dove Quando
Scopri i 377 comuni della Sardegna
Carlo Delfino editore & C. Snc  | Via Caniga 29/b - 07100 Sassari (SS), Italia | tel. 079 262661 - fax 079 261926  | P.IVA 00914540901 | e-mail: info@carlodelfinoeditore.it

Privacy | Mappa del sito

Realizzazione siti web: J-Service