Genuri

Comune in fase attivazione
Provincia di Medio Campidano
Regione storica di Marmilla

CAP: 09020
Prefisso Telefono: 070

Azienda n.6, Sanluri
Distretto sanitario Sanluri

Superficie territoriale 7,55 kmq
Altitudine 243 metri s.l.m.

Abitanti al:
1961:706
1971:1008
1981:511
1991:444
2001:386
2006:371
2010:353


Unione dei Comuni "Marmilla"
Barumini, Collinas, Furtei, Gesturi, Las Plassas, Lunamatrona, Pauli Arbarei, Sanluri, Segariu, Setzu, Siddi, Tuili, Turri, Ussaramanna, Villmar, Villanovaforru, Villanovafranca
Scopri i 377 comuni della Sardegna

Stupendo il paesaggio che circonda il Comune di Genuri, ai piedi di una conca che fa come da contrafforte all’altipiano della Giara. Si trova a 230 metri di altitudine sul livello del mare, con una popolazione di 353 abitanti e si estende per kmq 7,55 ai limiti della ex provincia di Cagliari, ora ai limiti della nuova provincia del Medio Campidano. Dista da Sanluri 26 km, da Cagliari 70, da Oristano 50. A nord del paese si trova un vasto costone che in alto forma un tappeto verdissimo a causa di una fitta boscaglia e che sembra tenere ferma quell’immensa distesa alta sulla piana chiamata Giara. A nord, il suolo del Comune di Genuri è prevalentemente di natura argillosa-calcarea con fitte pietre di basalto. A sud si estende la pianura, arenosa ma fertile. A nord il territorio del Comune di Genuri confina con la Giara di Genoni, a ovest con il paese di Sini, a est con il piccolo paese di Setzu e a sud con la campagna dei paesi di Turri e di Baradili. A nord-ovest fa spicco una collina che s’inespica bruscamente, tozza e arida, denominata Pibiddisti. Dal costone sottostante la Giara un torrente invernale attraversa il paese. Nel passato, ormai lontano, una sessantina d’anni, le donne vi lavavano i panni intrecciando canti d’amore e racconti di storie locali. Da una cinquantina d’anni è ricoperta da una soletta in cemento armato sulla quale scorrono velocemente le macchine.


La storia
Il nome Genuri, nella parlata locale Gianùo o Janùi, anticamente forse Gennùliu o Gennùrio e quindi Genùri, significherebbe “porta della Giara”, “porta per accedere alla Giara” facendolo derivare da genna jara. La data di fondazione del Comune di Genuri non si conosce, ma certamente l’insediamento umano nel luogo è abbastanza antico. Vicino al paese, a 200-300 metri, sorge il nuraghe denominato Is Cortillas, a sud-est un altro nuraghe denominato Maghina de Sataina al confine con l’agro di Setzu. Ancora a nord del paese, sul ciglio della Giara, il nuraghe denominato Nuracciosa e infine il nuraghe Pedru Cadeddu a sud del paese nella campagna per Turri. Sono tutti distrutti, all’infuori del nuraghe Is cortillas di fronte alla chiesa di San Marco, dove si possono vedere una torre centrale con quattro torri laterali e l’ingresso sul lato sud. Il tempo e la gente l’hanno in parte distrutto alla ricerca di oggetti e vasellame, però merita ancora l’attenzione dell’archeologo e un tentativo di ricerca e di osservazione. Tutt’oggi vi si svolgono scavi interessanti. Il Comune di Genuri è adagiato leggermente in basso per chi arriva dai paesi confinanti di Setzu e Sini. La via Gaspare lo attraversa in lungo con diverse curvacce. Lo spiazzo denominato Puzzu Marcu costituisce il punto centrale del paese, dove la gente del luogo si riunisce e vive i fatti della comunità, dove uomini e donne, giovani e anziani, passano il tempo libero e celebrano le feste paesane. Il Comune di Genuri soffre una serie di mancanze: i servizi pubblici sono oltremodo carenti o inesistenti. Da una ventina d’anni mancano le scuole. Gli alunni, in verità molto pochi, frequentano a Tuili; il servizio di trasporto è garantito dallo stesso Comune di Genuri. Non c’è la banca e le poste funzionano non di continuo creando notevoli disagi specie agli anziani; non c’è il medico, che arriva dai paesi vicini, non tutti i giorni. Il collegamento con i paesi dell’Oristanese e con Cagliari è insufficiente e scomodo. Non esiste un locale dove il forestiero possa mangiare o pernottare. 




ListaEventi85

Nessun evento





Cosa Dove Quando
Scopri i 377 comuni della Sardegna
Carlo Delfino editore & C. Snc  | Via Caniga 29/b - 07100 Sassari (SS), Italia | tel. 079 262661 - fax 079 261926  | P.IVA 00914540901 | e-mail: info@carlodelfinoeditore.it

Privacy | Mappa del sito

Realizzazione siti web: J-Service