Domus De Maria

Comune in fase attivazione
Provincia di Cagliari
Regione storica di Nora

CAP: 09010
Prefisso Telefono: 070

Azienda n.8, Cagliari
Distretto sanitario Cagliari 20

Superficie territoriale 96,78 kmq
Altitudine 66 metri s.l.m.

Abitanti al:
1951:1315
1961:1360
1971:1329
1981:1392
1991:1444
2001:1556
2005:1579
2012:1676


Unione dei Comuni "Costa del sud"
Pula, Teulada, Villa San Pietro
Scopri i 377 comuni della Sardegna

Il Comune di Domus De Maria è incastonato in mezzo ai monti, su una vallata bagnata dal rio Mannu, a pochi chilometri dalla Costa del Sud. L'abitato si snoda ai piedi di Punta Spinosa, una magnifica montagna coperta di cisto e di odoroso lentischio, ultima roccaforte del massiccio montuoso di monte Arcosu-Gutturu Mannu, la grande foresta del Mediterraneo: 50 mila ettari di bosco di leccio fittissimo.

Il territorio
Il territorio del Comune di Domus de Maria confina a ovest con Pula, a est con Teulada e a nord, nei monti, con Santadi. Di fronte a sé ha lo splendido mare di capo Spartivento. Un luogo incantevole, profumato di bosco e di mare, odoroso di paese sardo e di tradizioni. A quindici chilometri di distanza, proprio sulla spiaggia, nascosta in mezzo ai fichi meravigliosi e ai fertilissimi orti, c'è la piccola frazione di Chia, un tempo villaggio di agricoltori, ora piccola capitale del turismo di questa zona. La costa del Comune di Domus de Maria è un susseguirsi di alte scogliere a picco sul mare, di promontori frastagliati, di piccole e grandissime spiagge di sabbia finissima, adagiate in insenature incantevoli. Le gigantesche dune di sabbia di capo Spartivento e di Torre di Chia si incrociano e si disperdono dopo centinaia di metri, in mezzo al cisto e ai ginepri. I monti del Comune di Domus De Maria sono famosi per la caccia al cinghiale e per la ricchezza della fauna in genere: in inverno si catturano migliaia di tordi, quaglie, merli che diventano splendide grive grazie all'accurata preparazione dei cacciatori, che condiscono gli otto uccellini, bolliti nell'acqua salata, con mirto e altre essenze di incredibile sapore.

Bithia
A sud del centro abitato del Comune di Domus de Maria, presso il suggestivo litorale di Chia, dominato dalla torre costiera del Seicento, costruita come punto d'osservazione per le incursioni dei pirati barbareschi, si trovano le rovine dell'antica città punico-romana di Bithia menzionata da Tolomeo. L'interessante necropoli venne alla luce soltanto nel 1933 grazie agli scavi del Taramelli. Da lì provengono la grande statua punica in arenaria del dio Bes ed ex-voto rappresentati da vasi di forma umana (“canopi”), conservati nel museo archeologico di Cagliari. Ma la zona del Comune di Domus de Maria era abitata sin da epoca prefenicia: lo testimoniano i numerosi nuraghi che ancora si conservano, tra cui i più famosi sono quelli di rio Perdosu, Crabis e Perdu MulasI monumenti dei nostri giorni, invece, sono le ville sul litorale: enormi “paesi” per l'estate costruiti nel volgere di pochi anni. Ville, residences, cottages, case, casette, con e senza licenza edilizia, con e senza rispetto dei vincoli urbanistici e paesaggistici sono spuntati come funghi. La costa del Comune di Domus de Maria è stata snaturata: in mezzo ai ginepri e ai lentischi spuntano fiori di cemento, senza nessuna regola, senza nessun rispetto.



ListaEventi62

Nessun evento




Cosa Dove Quando
Scopri i 377 comuni della Sardegna
Carlo Delfino editore & C. Snc  | Via Caniga 29/b - 07100 Sassari (SS), Italia | tel. 079 262661 - fax 079 261926  | P.IVA 00914540901 | e-mail: info@carlodelfinoeditore.it

Privacy | Mappa del sito

Realizzazione siti web: J-Service